Cullittivu Parlemu Corsu: pà una sucità bislingua!

Natu 11 anni fà, u cullittivu Parlemu Corsu hè un’adunita di parsoni è ancu d’associ chì si ricunnoscini in a dimarchja di a salvezza di a lingua corsa. Ùn sò menu di 600 membri chì custituisciani issu cullittivu. 400 parsoni, 100 gruppi culturali è 100 associ.

“Vulemu cuntribuì à l’ilaburazioni prugressiva di una sucità bislingua in Corsica”

Parechji azzioni sò missi in baddu pà a salvezza di a nostra lingua cara, pà u mintinimentu, a spartera in carrughju, in giru à i ziteddi è à a zitiddina, in casa d’issa lingua usata da l’anziani, d’issa lingua radica di u nostru populu. Azzioni simbolichi è azzioni di tarrenu in l’isula sana: Bastia, Aiacciu, Corti, A Riventosa, Ghisunaccia è tant’altri paesi è cità.

In lu 2004, dopu à una custatazioni fatta da i prufissori, mustrendu a situazioni dulurosa induva si trova a lingua corsa, nascia l’idea di crià un cullittivu. Prima sarà “Mossa pà a lingua” chì hà da nascia. Po ci hà da vulè dui anni di travagliu è di ricerca pà chì u cullittivu Parlemu Corsu vidissi u ghjornu in lu 2007.

“Ci voli fà rinculà!”

“Mai accittaremu di rinculà! Mai accittaremu d’ùn avanzà !” Micheli Leccia portavoci famosu di u cullittivu voli fà senti i prutesti di u populu corsu. Pà eddu è pà d’altri, è ghjè una rialità, pudemi fà avanzà a lingua corsa in a sucità ancu s’è u statu francesu ùn hè d’accunsentu. Pà Micheli è i membra u corsu ùn devi micca stà in iscola. Ci voli à fà lu sorta in carrughju pà trattà di tutti l’affari di a sucità. Incù u corsu si pò parlà di tuttu. U corsu hè una lingua cum’è l’altri è la ghjenti ùn devini micca vargugnà si di parlà la è ùn ci voli à avè a paura di sbaglià si!

Ma oghji affaccani d’altri prublema è ci voli una pulitica energetica. Di più Micheli Leccia ci faci rimarcà u paradossu dapo’ chì i naziunalisti anu presu u puteri u statu francesu ùn voli dà nudda. Ma ancu incù issu paradossu ci voli à cuntinuà a lotta. Ci voli una presa di cuscenza, in ogni locu almenu una parodda corsa devi essa prisenti!

“Dui tappi da francà”

Pà l’avveni, Micheli ci spiega ch’eddi fermani dui tappi à francà pà u cullittivu. Una prima à u niveddu rivindicativu incù a vulintà d’impignà sempri di più ghjenti. A siconda à u niveddu cuncrettu incù a vulintà di sviluppà u cuncettu di scoli immersivi.. U travagliu cuntinueghja. A Federazioni di i fieri hà pigliatu ingaghjamenti cum’è fà u più usu di u corsu in i fieri. D’altrondi una cartula di a lingua spicifica à issi fieri hè stata ilaburata da u cullittivu in cullaburazioni incù i riprisintenti.

 

Prighemi una longa strada à u Cullittivu Parlemu Corsu è ùn sminticati micca o ghjenti: A lingua corsa hè viva è ci tocc’à parlà la! 

 

 

Lasciate un cummentu ?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.