A festa di a Natività di a Vergine

L’ottu di sittembre hè a festa di a Nascita di a Vergine Maria. A vergine Maria hè a santa patrona di a Corsica sana, ciò chì mostra l’impurtanza di sta festa.

Ghjè a Cunsulta di Corti di u 30 di ghjennaghu di u 1735 chì hà decisu chì stu ghjornu saria a festa naziunale.

Bellu nanzu à sta cunsulta, u Cunciliu di i trenta (1545-1563) avia resu u cultu di a Vergine assai assai impurtante. 126 chjese di l’isula li sò dedicate è dinù l’innu, u « Diu vi Salvi Regina ». 

A Vergine Maria hè dunque festighjata da u Capicorsu à a Casinca passendu pà u Niolu è a Balagna, è ancu in Corsica suttana. 

A Santa di u Niolu 

A Santa di u Niolu in Casamacciuli hè sicuramente a più famosa è impurtante ceremonia. A Santa hè un mischiu di fiera è di celebrazione religiose. In fattu, l’ottu di sittembre currisponde dinù à a fine di a muntagnera.  

A Santa di Lavasina

A Santa di Lavasina vene da vechje lighjende. Una famiglia di mercanti di vinu anu ricivutu una pittura di a Vergine pè pagà un debbitu ma c’eranu ancu i soldi! Pinsendu ch’ellu era un miraculu, a famiglia hà decisu di mette a pittura in a so cappella di Lavasina. 

Sta pittura hà curatu ghjente è ancu salvatu u rughjone di Bastia da una sicchia terribile dopu à parechji peligrinagi è prucessiò. 

Ghjè u sicondu locu u più famosu dopu à u Niolu pè festighjà a Vergine Maria. 

A Madonna di Pancheraccia

À u 18simu seculu, una zitella, persa in a furesta di Pancheraccia, averebbe vistu a Vergina fà apparisce una surgente d’acqua fresca pè beie. A prima chjesa fù custruita. 

A prucessiò riunisce assai assai ghjente ogni annu. 

Ma a Vergine Maria hè ancu festighjata in Alisgiani, Moltifau, Calvi, Curbara, Valicca, Cervioni è Bunifaziu. 

Lasciate un cummentu ?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.